MSF-Humanitarian Medic

Anche quest’anno Humanitarian Medic è tornato!

HM 2017 img.PNG

Storie di MEU in missione

msf_dual_english_cmykPrint

Cari colleghi, finalmente anche per chi tra noi specializzandi MEU desidera vivere un’esperienza straordinaria con Medici senza Frontiere, ecco una possibilità straordinaria!

Il Centro di Ricerca dell’UPO (Università del Piemonte Orientale) da alcuni anni ha strutturato un corso a numero chiuso per specializzandi di anestesia-rianimazione, MEU e pediatria di tutta Italia, finalizzato all’apprendimento di competenze e abilità tecniche essenziali in ambito di medicina delle catastrofi e di cooperazione internazionale. Tale corso, denominato Humanitarian Medic, si conclude con una missione MSF. Da un paio di anni, grazie alla collaborazione tra CoSMEU e CRIMEDIM, il corso è stato appunto aperto anche a specializzandi MEU! Grande il successo della prima edizione 2016 che ha visto partire per la prima volta anche tre dei nostri specializzandi, continuato poi con la partecipazione di ben 7 MEU all’edizione 2017. Questo fantastico progetto riapre nuovamente le porte agli specializzandi di Anestesia e Rianimazione, Medicina d’Emergenza e Urgenza e Pediatria con 20 posti per l’edizione 2018.
Le iscrizioni sono già aperte e si chiuderanno alle 12.00 del 15 Maggio p.v., compilando l’apposito modulo online. Per chi verrà selezionato le attività didattiche prenderanno inizio dal 1 Luglio

Sarai uno di loro??? 

In allegato la brochure informativa ed il bando.

Pagina ufficiale

Brochure Humanitarian Medic 2018

Bando Humanitarian Medic 2018

Humanitarian Medic è un percorso formativo innovativo, organizzato e coordinato dal CRIMEDIM-Research Center in Emergency and Disaster Medicine dell’Università del Piemonte Orientale in collaborazione con Medici Senza Frontiere – Italia.
Il corso è riservato a 20 medici in formazione specialistica iscritti al IV o V anno della scuola di specializzazione in Anestesia, Rianimazione e Terapia
Intensiva, Medicina d’Emergenza-Urgenza e Pediatria presso una qualsiasi Università italiana, selezionati secondo graduatoria di merito.
L’obiettivo che si pone è quello di formare professionisti in grado di inserirsi efficacemente in programmi sanitari all’interno di interventi di risposta umanitaria internazionale.
La risposta sanitaria in caso di eventi disastrosi, di emergenze complesse o di conflitti è caratterizzata da una gestione sul campo di tipo multiforme, che può spaziare dalle operazioni di soccorso immediato, all’erogazione delle cure mediche di base fino ad interventi di medicina preventiva attraverso l’utilizzo efficace delle scarse risorse a disposizione.
Il corso garantirà ai partecipanti di acquisire la capacità di adattare ad ambienti a basse risorse le competenze derivanti dal loro specifico percorso di specializzazione, così come l’acquisizione di conoscenze e abilità peculiari e trasversali che sono d’obbligo per tutti gli operatori all’interno di contesti di emergenza umanitaria.

Humanitarian Medic avrà inizio l’1 Luglio 2018 e sarà articolato in 4 diverse fasi in successione propedeutica:

1. Prima fase residenziale a Novara (2 giorni)
2. Fase a distanza su piattaforma e-learning (4 mesi)
3. Seconda fase residenziale (7 giorni)
4. Apprendistato sul campo con Medici Senza Frontiere (2/3 mesi)

Il corso utilizzerà metodi di didattica innovativa sviluppati dal CRIMEDIM, come l’utilizzo della simulazione ad alta fedeltà e in realtà virtuale. La fase di apprendistato sul campo si svolgerà nell’ambito di un programma sanitario di risposta ad emergenza umanitaria coordinata e gestita da Medici Senza Frontiere.

Annunci